Vincenzo Noto

 

 

tanto abbiamo fatto ma tantissimo c’è ancora da fare

Lettera da Ilula in occasione della Giornata missionaria mondiale

 

 Tarehe   5/10/2009

 

Carissimi amici,

 

Domenica 18 ottobre è la giornata missionaria, giornata in cui si prega per le missioni, si spiega il dovere della missione e si raccolgono le offerte per aiutare le Missioni Cattoliche in tutto il mondo.

La Chiesa per natura sua è missionaria, cioè è mandata da Cristo per illuminare il cammino a tutti gli uomini. “Andate in tutto il mondo, predicate il Vangelo e chi crede sarà battezzato …” Parole che Gesù disse agli apostoli nel momento in cui tornava al Padre. La Chiesa ha il diritto/ dovere di annunciare la Buona Novella in un mondo in cui sembra che non ce ne sia di bisogno.

Papa Benedetto XVI nella sua lettera scritta per la Giornata Mondiale scrive che la Chiesa non può fare a meno di essere luce per illuminare i passi alle nazioni che camminano su questa terra in una situazione poco felice: guerre, violenze, il povero che diventa più povero ed il ricco che a spese di altri si ingrassa in modo eclatante. La Chiesa porta proprio a questi il messaggio di giustizia e di pace per costruire un ambiente a misura di uomo rispettato e  amato.

Anche per noi a Ilula la lettera del Papa è un richiamo e per tanti aspetti è una sfida perchè tanto abbiamo fatto ma tantissimo c’è ancora da fare perchè Cristo possa essere guida per tutti noi.

Intanto approfitto dell’occasione per ringraziare tutti coloro che in qualsiasi modo dimostrano sensibilità per i problemi missionari. Sono tanti i benefattori che aiutano la nostra missione per portare avanti le attività a favore dei più deboli (anziani, orfani, disabili) che altrimenti non avrebbero una possibilità di vivere. Il Signore Dio che vede nei cuori possa riempirli di grazia e di serenità e di benedizioni.

Voglio ringraziare tanto quegli amici che anche con sacrificio condividono un periodo della loro attività annuale con noi a Ilula. Sono tanti i giovani e non giovani i quali vengono a trovarci e si rendono utili in qualsisi modo per la Casa del Buon Samaritano (orfani e disabili), per attività varie manuali e anche per le scuole professionali. E’ un aiuto per noi della famiglia della missione ed è una possibilità di crescita umana e spirituale per loro.

Nella Casa del Buon Samaritano sono accolti 102 ospiti di età varia ( dai sei mesi ai 14 anni), i disabili accolti provvisoriamente nei locali annessi sono quasi 60 e presentano vari problemi (disabili mentali e disabili fisici). La scuola per i non vedenti quest’anno ha completato il settennio per cui due alunni ci salutano per andare nella scuola superiore nella capitale; mentre la scuola per i sordomuti, aperta quest’anno, accoglie altri alunni per il primo anno. Quando il prossimo anno speriamo di spostarci nei nuovi locali del Villaggio della Gioia potranno essere accolti un numero più grande di disabili.

Anche la scuola professionale Santa Maria Goretti va avanti bene e gli alunni aumentano nei vari settori (sartoria, falegnameria, agricoltura, allevamento bestiame e meccanica).

Da non dimenticare i vari asili che stiamo costruendo nei vari villaggi della parrocchia per dare la possibilità ai bambini al di sotto dei sette anni di essere istruiti e prepararsi alla scuola primaria.

Le nostre attività vanno avanti proprio perchè voi amici ci sostenete con la preghiera e con le offerte. Il Signore benedice il cuore generoso e lo apre sempre più all’amore per i fratelli.

Vi invito a fare una esperienza missionaria con noi a Ilula anche per un periodo breve di quindici giorni o un mese. Vale la pena perchè si cresce e si capisce quello che è essenziale nella vita.

Chiudo augurando a tutti una vita serena e tanta gioia nel cuore.

    

                                                                                                                 Con gratitudine

                                                                                                         Padre Filippo Mammano

 

Parokia ya Ilula

P.O.Box  47 – Mazombe

Iringa    (Tanzania)

Tel. 00255 788 716441                            

 

 

 

progetto: SoMigrafica 2009